Focus sui gioielli che hanno brillato all’ultima Mostra del Cinema di Venezia

Su una passerella, si sa, conta soprattutto l’abito, ma anche gli accessori hanno la loro importanza, specialmente se si tratta di preziosissimi gioielli in metalli e pietre preziose. I brand che quest’anno l’hanno fatta da padrona alla 76esima Mostra del Cinema di Venezia sono stati senza dubbio Atelier Swarovski, Bvlgari, Chopard, Crivelli, Damiani e Messika, che hanno puntato tutto su anelli oversize, bracciali manchette, choker e collier. Curiosa di vederne qualcuno da vicino?

In questo post ho selezionato i gioielli che più mi hanno colpito e che secondo me meglio definiscono le tendenze moda per i mesi futuri. Vieni a scoprirli insieme a me!

Gli orecchini

Gli orecchini sono forse il gioiello preferito da noi donne, in quanto valorizzano direttamente il viso. Quest’anno in passerella si è visto qualche orecchino a cerchio, qualcuno a bottone, molti classici pendenti (lunghi e lunghissimi) con pietre preziose, ma soprattutto orecchini a motivo fiore o foglia, fluidi e luminosissimi.

Il bracciale

Se l’abito lo permette, il bracciale è sempre un ottimo elemento per completare una parure importante. A Venezia se n’è visto qualcuno, quasi tutti rigidi o a fascia.

L’anello

Eccolo qui, l’accessorio vezzoso per antonomasia: l’anello! Oversize e anticonvenzionale, l’anello sta vivendo un’epoca di grande cambiamento: si sdoppia sulla stessa falange, o diventa doppio o triplo anello su due-tre dita diverse, oppure si unisce al bracciale tramite preziose catenine.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La collana

E su ogni red carpet che si rispetti, alla fine arriva lei, la regina incontrastata: la collana. L’abito haute couture solitamente ama farsi accompagnare da un preziosissimo collier tempestato di diamanti, oppure con pietre preziose abbinate al colore dell’abito. Si tratta forse del gioiello più tradizionale e convenzionale, ma come non lasciarsene ammaliare? (La nota fashion è data da una discreta presenza di collier a catena oversize, molto in voga sulle recenti passerelle del prêt-à-porter PE 2020.)

A proposito di collier, vorrei far notare che un meraviglioso Bvlgari della serie “Serpenti” — di cui non ci è dato sapere il costo — in oro giallo, oro bianco, diamanti e smeraldi è stato avvistato a Venezia al collo di ben tre signore diverse con tre stili decisamente differenti: elegantissimo per la sempre affascinante Isabella Ferrari, stiloso per Nataly Osmann e decisamente sensuale al collo della modella Kate Upton. E tu, come lo indosseresti?

In copertina: Lady Kitty Spencer con parure Bvlgari; Min Pechaia con parure Messika; Matilde Gioli con collier Bvlgari.